Associazione per l’infanzia

l’Albero d’Oro

Asilo Nido – Spazio BE.BI – LUDOTECA
Via Nazario Palmioli 7/9 Monterotondo.

Chi siamo

L’associazione “ L’Albero d’0ro ” nasce dopo molti anni di intensa attività pedagogica dei partecipanti. Il pensiero pedagogico a cui si ispira è quello di Rudolf Steiner.
La nostra struttura propone un ambiente caldo e accogliente tale da far sentire i bambini come a casa.
Il nostro obiettivo pedagogico si fonda sul presupposto di sostenere i genitori nel difficile compito educativo, rispettando le identità individuali, culturali e religiose e favorendo così un sano sviluppo psico-fisico. Crediamo molto nell’auto-educazione che avviene da un lato tramite un cammino di auto-conoscenza e dall‘altro attraverso la cura del rapporto empatico che il maestro deve avere con i bambini e con le famiglie, affinché le sue competenze non rimangano sterili e fini a se stesse, ma possono essere trasmesse in maniera sentita e partecipata. Il nostro impegno è totale, garantiamo la formazione continua del personale docente con lo scopo di avere una completa e profonda conoscenza antropologica delle fasi evolutive del bambino.

Cosa facciamo

Rudolf Steiner sosteneva che un’infanzia realmente vissuta come tale, colma di amore, di armonia e di gioco ricco di fantasia è la base sana per la vita futura. Educare per noi è portare alla luce, a partire dal momento presente, la capacità di vivere rivolta al futuro. Pertanto la nostra azione pedagogica è quella di porre l’attenzione alla promozione e allo sviluppo dell’individualità, unica ed irripetibile di ogni bambino, al patrimonio di talenti e capacità da proteggere e da portare alla luce.
Infatti pensiamo che un’educazione attenta a tutte le dimensioni del bambino, fisica, psichica e spirituale, sia la base sulla quale costruire poi una solida educazione intellettuale.
Siamo convinti che i primi tre anni del bambino siano essenziali nella vita di ogni individuo.
E’ proprio in questo periodo che l‘uomo impara tre fondamentali capacità che utilizzerà per tutto il corso della vita: camminare, parlare e pensare. Queste tre capacità, che non sono per nulla scontate, derivano le une dalle altre ed è fondamentale che l‘educatore segua tre principi fondamentali per il loro sano svolgersi: l’assistenza che si presta al bambino, quando impara a camminare deve essere intrisa d’amore; quando impara a parlare l‘attenzione dell’educatore deve essere rivolta alla verità: ci deve essere chiarezza nel pensare dell’adulto, pensieri poco chiari e confusi suscitano nervosità. Quello che vogliamo perseguire con tanto amore e convinzione è la creazione di una solida base di rapporti umani per agevolare in maniera sana il loro sviluppo.

Offerta del nostro servizio

Offriamo un ambiente caldo, accogliente e ricco d’amore, accogliente e ricco d’amore dove far crescere, protetto e sicuro, il vostro bambino, da zero a sei anni.
Nella nostra scuola i bambini grandi e piccoli convivono e condividono le varie attività, seppur distinte per gradi a seconda dell’età.
Il concetto base di tutta la nostra pedagogia è che tutti gli elementi del contesto in cui si svolge il processo educativo sono fondamentali.
Anche lo spazio, con i suoi arredi e i suoi materiali, traduce concretamente il progetto educativo degli educatori.
I bambini per la loro formazione, hanno bisogno di spazi circoscritti, raccolti, caldi che diano un senso di appartenenza e che stimolino l’autonomia e le relazioni tra loro.
Per questo motivo il nostro arredamento e tutti i nostri giochi sono di legno o fatti con materiali naturali.
Anche lo spazio all’aperto è stato studiato con gran cura e attenzione per costituire un prolungamento dell’ambiente interno e permette un rapporto diretto con la trasformazione della natura e la formulazione di giochi e attività legate al ciclo delle stagioni.
La scuola inizia l’attività con il mese di settembre, termina con il mese di luglio e si interrompe per le festività previste dal calendario scolastico organizzato dal provveditorato agli studi.
L’apertura settimanale è prevista dal lunedì a venerdì dalle h. 8.00 alle h. 17.30, con possibilità di adeguamenti.
Il nostro servizio include, la colazione, il pranzo e la merenda. La mensa è interna con cibo biologico. Il menù è conforme alle direttive ASL e nel pieno rispetto delle regole familiari.

Attività

Il nostro progetto si propone di accogliere i bambini zero/sei anni, con gesti ed attività che richiamano la quotidianità della vita familiare: fare il pane, preparare un dolce, pulire le verdure, tenere in ordine la stanza, curare il giardino e così via. Queste attività, si svolgono in un ritmo sempre uguale in modo da consentire loro di acquisire sicurezza e fiducia in se stessi. I bambini possono così vedere l’adulto al lavoro, trasformando ciò che osservano in un gioco. E’ attraverso il gioco che i bambini imparano a percepire meglio se stessi e il mondo che li circonda. Infatti il gioco rappresenta un processo attivo che coinvolge a pieno la vita del bambino, prima come esplorazione corporea, poi come imitazione, fino a diventare rappresentazione mentale grazie alla sua fantasia. Dunque giocare significa essere nel processo e siccome l’essere umano, in particolare i bambini, sono esseri in divenire, anche nell’ambiente che li circonda, hanno bisogno di trovare la possibilità di trasformare, di creare qualcosa di nuovo. Nella nostra struttura i singoli giocattoli, pertanto, hanno la caratteristica di sollecitare la fantasia e scoprirvi ogni volta qualcosa di diverso. Un oggetto di uso quotidiano, per esempio un tavolo ricoperto da un telo, può trasformarsi, all’occorrenza, in una casa o in una barca o in qualsiasi altra forma che rispetti la libera espressione del bambino.

Attività 3/6 anni

Le attività rivolte a questa fascia di età comprendono azioni più strutturate e mirate al loro sano sviluppo.

  • disegno: il disegno rappresenta una delle forme e fasi del gioco più evolute e creative. Il bambino nel disegno codifica e rappresenta gli avvenimenti che lo circondano. Inoltre viene utilizzato sia come mezzo di indagine e di scambio con l’ambiente e il mondo degli adulti che circonda il bambino, sia come indice dello stato emotivo del fanciullo.
  • acquarello: in questa attività non si procede da un disegno prestampato che successivamente il bambino deve riempire, ma viene dato un foglio bianco bagnato in cui egli esprime il suo senso del colore. I colori ad acquerello diluiti sono il giallo, il rosso e il blu. Il pennello viene risciacquato in acqua pulita, quando cambiano colore. Facciamo dipingere i bambini su tutto il foglio facendo attenzione che non ripassino su ciò che hanno già dipinto, affinché la pittura non diventi tutta di un colore fangoso.
  • racconti di fiabe: la narrazione della fiaba avviene in genere a fine giornata. Si prepara un ambiente calmo e tranquillo e i bambini vengono predisposti in cerchio con, al centro, una candelina accesa. La fiaba viene raccontata a memoria perché in questo modo si crea un’atmosfera più intima e fiabesca, La vicinanza che si sente così tra l’adulto e il bambino durante la storia è come un’onda di calore. Nell’educazione è importante fornire ai bambini non discorsi intellettuali ma immagini. Nelle fiabe le immagini si succedono l’una all’altra. Il principe o l’eroe sono ideali di persone sicure di sé e buone, che perseguono i loro obiettivi con tutte le loro forze e in qualsiasi situazione avversa, Il lieto fine delle fiabe dà al bambino un senso di sicurezza che li rinforza nel loro sviluppo personale. Le storie scelte sono distinte a seconda delle stagioni e del periodo dell’anno che si sta vivendo.
  • girotondi: i girotondi sono parte integrante della nostra giornata e variano a seconda delle stagioni. Il maestro dà i movimenti al ritmo e al suono dei versi. I bambini imitano liberamente l’adulto senza bisogno di spiegazioni e di pratica. Essi possono diventare fate o principi, gnomi o giganti. Inoltre i girotondi favoriscono il senso sociale ed aiutano l‘integrazione dei più piccoli.
  • telaio: l’intessere del tessuto richiama l’intessere del pensiero. Aiuta con semplicità ad accogliere pensieri più complessi.
  • Cera: si manipola esclusivamente pura cera d’api naturale, che viene riscaldata tra le mani per darle poi una forma.
  • Lana cardata e cucito: usare la lana per fare dei piccoli quadri o dei paesaggi, oppure il cucito: attaccare i bottoni, creare dei vestiti per le bambole o dei piccoli cuori da regalare alla mamma o al papà, sono tutte attività di valore artistico che attivano i loro sensi.
  • Cura dell’orto e del giardino: Mette in contatto il bambino con elementi della natura. Piantare i semini, innaffiare e poi vedere crescere la pianta e prendersene cura, sono esperienze che nei bambini suscitano gioia e meraviglia per il Creato.
  • La musica: lo svolgersi della nostra giornata è accompagnato dalle melodie e dalle canzoni che le maestre intonano durante le varie fasi e nei momenti di passaggio tra un’attività e l’altra. La reazione agli stimoli sonori nei bambini più piccoli è innanzitutto istintiva e motoria e lo scopo dei giochi, delle canzoncine e delle filastrocche, rivolte a questa fascia d'età, è quello di indirizzare giustamente l‘istintività e la motricità attraverso l’elemento ritmico. Le canzoni variano a seconda del periodo dell’anno e delle stagioni. Periodicamente un’ insegnante di musica coadiuva il lavoro delle maestre della scuola.
Dove siamo
L'Albero d'Oro si trova
a Monterotondo
in via Nazario Palmioli 7/9

Contattaci

Maestra Donatella
345 69 87 515
Maestra Katia
339 69 35 361